Streghe, zucche e feste horror Torna la notte di Halloween

La mappa del divertimento: appuntamenti in maschera, musica e menù a tema nei locali

Francesca L. Caetani

La notte delle streghe per eccellenza, la vigilia di Ognissanti, Halloween (la parola ha origine da «All Hollows Day», scatena i locali in mille eventi. La moda, tutta americana, da qualche anno ha preso piede anche in Italia e a Milano in particolare. Così si moltiplicano appuntamenti in maschera e feste, fra streghe, zucche illuminate, docetti e scherzetti. Ecco una mappa degli appuntamenti per divertirsi in città. Stazione Barona (via Cosenz) è la location scelta da Heineken e Radio Dee Jay per la tappa milanese della Heineken Halloween Night dedicata alle «Streghe malvagie» a cui si accede portando la maxi-scopa di saggina ricevuta con l’invito. Il Luminal (via Monte Grappa) presenta «Buio nella cattedrale», con 50 modelle truccate da un make up artist tra il pubblico, allestimento a tema a sorpresa e selezione all’ingresso. «Hot Halloween» è invece di scena al Crystal (via Manuzio): zucche gigantesche, teschietti illuminati lungo il perimetro del locale, musica a tema by dj Steven from Stockolm, dalle 22,30 alle 2.
Le Clochard (via Tibaldi), ha preparato un «happy Halloween» con nuovi piatti, come le lumache alla parigina e la fontina d’alpeggio, risotto con castagne e salsiccia, o carciofi e raclette, per gli amanti del vino valdostano, poi, è arrivato Fumin di Les Cretes. Il Covo di Jerry (viale Bligny), propone per domani, un menu di ricette antiche del Settecento e dell’Ottocento, a base di zucca, folletti che hanno preparato dolci dagli ingredienti segreti: dopocena con musica stregata scelta da Luca, coreografia, maschere, lettura del futuro con maga e sfera di cristallo. Si consiglia un abbigliamento a tema e make up in linea con la serata. Da Buba (via Spallanzani) non aspetta Halloween, perché, nel tempio delle paillettes, c’è sempre un’atmosfera magica, tra cappelli da strega a punta con strass, dalla Norvegia le corna di renna, grandi scheletri, abbigliamento total black, il colore must della moda, Mortiria, mantelli, camicioni, pantaloni, accessori vari, come i guanti infradito di pizzo o lunghissimi e il trend della stagione, da New York unghie nere chilometriche per graffiare la notte. Pan di Zucchero (via Giulio Romano) invece, propone torte decorate a forma di fantasma, streghe, zucche (anche al Grand Marnier), pipistrelli, cioccolato a tema, spaventapasseri con cioccolatini, streghette dolci, cuoricini, pan dei morti, portacandele e tanti sfizi. Lo Shocking Club (Bstioni di Porta Nuova) presenta «Halloween in the Garden of Eden», primo di una serie di appuntamenti mensili legati al tema di un fantastico viaggio con la macchina del tempo in epoche e luoghi diversi partendo dalla creazione fino al lontano futuro. Entrando allo Shocking ci si ritroverà circondati da un «giardino del paradiso terrestre» con animatori che impersonare Adamo, Eva e tutti gli animali che lo popolavano. Special guest Frankie Knuckles. Al Juiss Club (via Canonica) si incontra il Conte Dracula, icona del mondo horror, con scenografia gigante che raffigurerà la facciata di un castello, dalle cui finestre sbucheranno le vampire, candele e drappi e sul palco, animazione dark sexy.
«Halloween Frankenstein Party» al Palo Alto Café (corso di Porta Romana): ambientazione horror, superbuffet, after dinner danzante e «Dracula Castle Party» al Ventaglio Café (piazza Piemonte), per una notte residenza del Conte Dracula, con truccatore a disposizione del pubblico. Allo Zythum (via Rutilia), colonne sonore del cinema di Dario Argento durante la cena, camerieri versione streghe e stregoni, house commerciale fino a notte fonda. Il Café Atlantique (viale Umbria) proporrà animazione, scenografia, allestimento fedeli alla tradizione della festa delle zucche e delle streghe, mentre il Sio (via Pirelli) propone un Carnevale dark in una cripta di spettri e maghi a ritmo della dance music.