Stress e figli da crescere Tutti i motivi per litigare

da Milano

Una giornata storta. Suona la sveglia, parte la corsa, figli da accompagnare a scuola, fuori un traffico pazzesco, il capo ufficio che brontola, giornata stressante. Umore nero. Si torna a casa e si finisce per litigare. Secondo uno sondaggio del club per single «Eliana Monti», una tra le più famose agenzie matrimoniali italiane, gli italiani sono maestri nel battibecco d’amore. Lo studio ha preso in esame Roma, Napoli, Torino e Milano per capire i motivi del crescente tasso di divorzialità nel nostro Paese. «Le coppie italiane - come spiegano dall’agenzia Monti - non solo sono le più litigiose del mondo, ma dallo studio risulta che su un campione rappresentativo della popolazione italiana evidenzia che un terzo delle famiglie italiane litiga tutti i giorni e quasi la metà almeno due volte alla settimana». La ricerca dice che vivere in una città bella e solare non fa bene ai sentimenti. Romani e napoletani sono più insofferenti in amore di torinesi e milanesi. Al Sud le piccole discussioni non vengono fatte cadere, si va fino in fondo, si alza la voce e ci si offende di più. Al Nord di fronte ai problemi ci si chiude. Si aspetta che la bufera passi. È a Roma, quindi, che il tasso di litigiosità batte tutti i record: nella capitale sono «pacifiche», ovvero si scontrano non più di una volta al mese, solo il 4 per cento delle coppie. Questa percentuale raddoppia a Napoli, dove il sondaggio rivela che il 10 per cento delle coppie sono tranquille, a Torino si arriva al 24 per cento. E, un po’ a sorpresa, è Milano con un buon 32 per cento la città dove le coppie litigano di meno.