Stretta anche sui centri islamici

La Regione: «I vincoli saranno estesi». Intanto si prepara un Capodanno blindato

Estendere la legge «anti-moschee» a tutti i centri islamici. Allargare anche ai nuovi centri le norme già previste per i luoghi di preghiera. E possibilmente trovare un meccanismo per estendere i paletti anche ai centri esistenti. È questa la soluzione a cui la Regione sta lavorando per rendere ancora più stringente la normativa sull'apertura dei nuovi luoghi di culto. Intanto a quattro giorni dall'uccisione del terrorista tunisino a Sesto San Giovanni, e a quattro dal Capodanno, il Comune ha pronta la mappa dei controlli dei vigili. Da Bonola al Corvetto, 21 pattuglie in periferia e 7 varchi in piazza Duomo. Botti vietati solo al «concertone».