Stretta sui contratti e controllo dei bilanci

Stretta sulla sottoscrizione di contratti derivati da parte degli enti locali, in passato troppo «flessibili» nell’adottare strumenti di copertura dei rischi sui debiti. La Finanziaria stabilisce che gli enti dovranno attestare «espressamente» di aver considerato i rischi dei contratti i quali, pena la nullità, dovranno essere sottoscritti sulla base delle indicazioni che saranno emanate dal Tesoro con un apposito decreto. È previsto inoltre l’obbligo di allegare ai bilanci una nota informativa che evidenzi impegni e oneri di questi contratti. Novità in vista anche per le Siiq (società di investimento immobiliare quotate): la soglia delle partecipazioni rilevanti passa dall’1 al 2 per cento.