Le strisce blu sono già sbiadite

Un po’ di pioggia e le nuove aree stanno scomparendo In via della Libertà prima la pittura, poi l’asfalto

Roberta Bottino

Un azzurro pallido sta prendendo velocemente il posto del blu intenso e deciso che il Comune di Genova ha utilizzato per i nuovi e contestati parcheggi a pagamento. Strisce sull'asfalto dello stesso colore dei puffi che però ancor prima dell'inaugurazione spariscono come nuvole leggere spazzate dal vento. In via Casaregis, via Barabino e Piazza Paolo Da Novi i parcheggi che da poche settimane sono stati colorati di blu hanno ripreso una sfumatura azzurrognola e in alcuni tratti nuovamente bianca. Alcuni residenti della zona hanno immediatamente notato questo assurdo «effetto schiarente» e hanno gridato allo scandalo. «Non condividiamo la decisione del Comune di riempire Genova di aree blu - tuona il signor Bonzini -, ma siamo sconcertati dal fatto che dopo pochissimi giorni dalla verniciatura delle strade, il blu sia già sparito dopo appena qualche acquazzone». I cartelli con un'enorme «P» svettano sopra i marciapiedi ancora incelofanati, con plastica bianca che copre la scritta «blu area». «Probabilmente hanno usato vernice scadente - continua una signora - e così il colore è sbiadito con troppa facilità». In via della Libertà, dopo aver tracciato le strisce blu, hanno dovuto riasfaltare ex novo la strada. «Era tutto a posto - dice il signor Roveda -, ma poi hanno grattato via tutto il lavoro completato perchè un lungo tratto di via della Libertà doveva essere aggiustato». Le zone blu stanno già facendo acqua da tutte le parti per la felicità dei comitati che sono sorti per protestare contro questa iniziativa del Comune capitanata dall'assessore al traffico Arcangelo Merella. «Zone blu, bollini annuali da 25 euro - insiste un residente -, non ne possiamo davvero più. E se ci si mettono anche questi lavori mal fatti, stiamo freschi. Strisce blu appena verniciate e dopo poco tempo l'asfalto viene fatto saltare per lavori. Questi intanto sono i classici tapulli che appena passa qualche settimana si devono rifare. Genova è così, piena di buchi ed ora, anche con le strisce dei parcheggi che da blu tendono al bianco».