Strisce blu, stop del giudice al Comune

Palazzo Marino fa piani per estendere il gratta e sosta in tutta la città, ma il coordinatore dei giudici di pace milanesi smorza l’entusiasmo: la sentenza della Cassazione che 48 ore fa ha dichiarato nulle le multe nei parcheggi a pagamento se non ci sono nelle vicinanze posti gratis, anche a Milano potrebbe essere valida. Almeno in periferia. Il rischio di ricorsi, insomma, è dietro l’angolo. Il Codice della strada infatti esclude dal provvedimento le «aree a particolare rilevanza urbanistica». Ma dove finisce il centro storico a Milano? Con i Bastioni o con il percorso del filobus? Il sindaco Albertini, da commissario straordinario al traffico, aveva considerato anche quest’ultima come zona di interesse urbanistico, «che però non è il centro storico - spiega Vito Dattolico -. Il cittadino allora può chiedere un parere alla magistratura. Non voglio invitare a fare ricorsi indiscriminatamente. L’automobilista deve sapere che nel centro storico e nelle zone a circolazione limitata un Comune regolamenta la sosta come crede. Ma le strisce gialle e blu non possono arrivare fino a Sesto...». Le associazioni dei consumatori intanto preparano già battaglia.