Strisce blu, tornano i parchimetri

Il ritorno dei parchimetri invece dei gratta e sosta, una gestione degli ausiliari della sosta efficiente e una revisione della convenzione con Atm per la gestione della sosta regolamentata «a condizioni molto diverse dalle attuali». È quanto prospettato dall’assessore comunale alla Mobilità, Edoardo Croci, ai consiglieri delle commissioni Bilancio e Trasporti. «Troppo bassi», secondo Croci, gli introiti nelle casse comunali dai parcheggi sulle strisce blu rispetto alle attese: «C’è una mancanza di redditività delle strisce blu - ha spiegato - dovuta a una lacuna di controlli e di gestione. Gli incassi sono troppo bassi: dalle valutazioni che abbiamo fatto sul loro utilizzo gli introiti dovrebbero essere più elevati». Per questo «stiamo rinegoziando la convenzione con Atm a condizioni molto diverse», perché «mancanza di incassi significa un sistema non ben presidiato, persone che non pagano, parcheggi impegnati da chi non ne ha diritto. Una revisione è a vantaggio di tutti». Tra i primi punti, il ritorno dei parchimetri: «Abbiamo collocato un primo lotto di colonnine - ha spiegato Croci - e i risultati sono positivi: andiamo certamente verso una estensione».