Strisce «mobili»: i centauri cadono

A mietere vittime a Cinisello Balsamo non è solo l’alta velocità. A provocare cadute e piccoli incidenti anche le strisce pedonali. In via Giordano angolo via Robecco e in via Cilea angolo Machiavelli, è stata posizionata della segnaletica orizzontale «mobile».
La zebratura non è stata dipinta sull’asfalto ma è costituita da sottili strisce incollate al manto stradale. Forse per l’errato posizionamento, le strisce si sono staccate facendo inciampare ignari pedoni che stavano attraversando la strada o facendo perdere l’equilibrio ad anziani in sella alla loro bici e giovani centauri. A portare all’attenzione del consiglio comunale il problema della segnaletica che si sposta i Comitatiitaca, costituiti da un centinaio di residenti dei quartieri Borgo Misto e Sant’Eusebio che si sono rivolti al capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Petrucci, per chiedere aiuto.
«Forse con l’arrivo della bella stagione anche la strada ha voglia di scoprirsi - ironizza Giuseppe Stancanelli, portavoce del comitato -. Nonostante le strisce “mobili” interessano solo due incroci della città è un problema sentito da molti residenti stanchi di fare lo slalom tra la zebratura pericolosa».