Studente bocciato, il padre picchia l'insegnante

Barcellona (Messina) - Quattro pugni in faccia al professore che ha bocciato il figlio. Il genitore è un venditore ambulante. E' accaduto in una scuola media, considerata a rischio, della periferia di Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese. Per il padre dello studente - della vicenda riferisce oggi la Gazzetta del Sud - le colpe della bocciatura del figlio sarebbero degli insegnanti di educazione musicale e d'inglese, responsabili del mancato passaggio del ragazzo dalla seconda alla terza media. L'uomo è andato nell'istituto Ugo Foscolo, e nell'atrio di piazza Convento ha colpito il docente di musica.

L'insegnante ha raccontato che prima dell'aggressione, c'erano state minacce lanciate attraverso altre persone: "Quello lì la pagherà cara", aveva detto il venditore ambulante. Una promessa mantenuta. Infatti, dopo un tentativo di mediazione, è arrivata l'aggressione. "Ho tentato di mediare - racconta il docente - perché temevo e temo ancora altre ritorsioni - Volevo ricondurre alla ragione una persona che mi è sembrata esasperata in maniera eccessiva e spropositata". Il preside della Ugo Foscolo, Giuseppe Giunta, oltre a informare le autorità scolastiche provinciali e regionali, si è rivolto alla procura della Repubblica. Altri docenti nella stessa scuola negli anni passati hanno ricevuto minacce. Alcune auto di proprietà degli insegnanti sono state anche incendiate.