Studentessa finge un’aggressione per nascondere i brutti voti

Una studentessa di un istituto superiore di Pontremoli si sarebbe fatta picchiare da due amiche per simulare un’aggressione ed evitare, così, che i genitori partecipassero alle udienze dei professori e venissero a sapere che aveva preso brutti voti. È accaduto ieri mattina: intorno alle ore 13.30, un’ambulanza si è recata alla scuola per soccorrere la ragazzina di 14 anni che all’uscita era stata picchiata e che presentava contusioni un po’ in tutto il corpo.La studentessa è stata ricoverata ed ai carabinieri di Pontremoli avrebbe inizialmente raccontato di essere stata aggredita da ignoti mentre rientrava nella scuola perché si era dimenticata qualcosa in classe. I militari dell’Arma hanno sentito anche altre studentesse dello stesso istituto ed una avrebbe invece riferito che la ragazza si era fatta picchiare da due compagne per evitare che i genitori andassero a parlare con i professori. Adesso le tre ragazze rischiano una denuncia alla Procura dei minori di Genova per simulazione di reato, mentre per le due che hanno picchiato l’amica c’è anche l’ipotesi di tentate lesioni.