Studenti e imprese in fuga all’estero

L’Italia conosce una nuova forma di emigrazione. Molto diversa da quella del passato, più qualificata e specialistica. Aumentano gli italiani che rivolgono all’estero le proprie strategie di sviluppo, di business e di investimento. Nel 2006 sono stati 38.690 gli studenti italiani che si sono iscritti a facoltà universitarie straniere, in prevalenza tedesche. Sempre nello stesso anno 11.700 laureati hanno trovato lavoro all’estero, a un anno dal conseguimento del diploma. Sono 17.200 le imprese estere partecipate da aziende italiane e 233mila le aziende manifatturiere italiane che hanno rapporti con l’estero. Dal 2005 al 2006 è aumentato del 15,7 per cento il numero degli italiani che hanno preso residenza all’estero. Rispetto al 2002 è cresciuto del 52,3 per cento.