Lo studio che «Firma» Genova da 50 anni

Il Museo Luzzati presenta una rassegna dedicata alla nota équipe di grafici

Una puntina rossa significa «Firma». Da cinquant’anni a Genova il famoso studio di grafica ha messo la sua griffe su tutto ciò che è arte. Dal design alla fotografia, dall’artigianato alla sartoria, «Firma» ha raccolto i migliori talenti in ogni campo, a partire dal 31 agosto 1956 quando venne lo studio venne fondato da Marco Biassoni, Dario Bernazzoli, Flavio Costantini e Ettore Veruggio, presi poi sotto l’ala protettrice di Emanuele Luzzati e Umberto Piombino. Per ripercorrere la storia di questa «fabbrica» d’arte applicata alla vita di tutti i giorni che è stata presa in eredità oggi da Bruna Arena e Beppe Veruggio, è stata inaugurata ieri una mostra al Porto Antico, nei locali del Museo Luzzati.
Particolarmente interessante sarà la mostra dedicata a «Firma fotografi associati», con centinaia di immagini in bianco e nero sul periodo d’oro della grande industria genovese, da Ansaldo a Fincantieri, e sui protagonisti della vita genovese. Non poteva mancare anche una sezione dedicata ai ritratti degli uomini di spettacolo nati all’ombra della Lanterna. Ugo Dighero, Maurizio Crozza, Massimo Olcese, Carla Signoris, Marco Pirovano, Marcello Cesena e Corrado Tedeschi sono immortalati in scatti per molti inediti soprattutto perché legati magari a un inizio di carriera spesso sconosciuto.
Oltre alla parte legata alla Grafica e al Web Design curata personalmente da Bruna Arena, la mostra lascia spazio anche a laboratori didattici dedicati alla creatività e alla grafica. Le scuole che si prenoteranno e il pubblico potranno impegnarsi, sotto la guida di alcuni professionisti, in realizzazione di manifesti teatrali, locandine dedicate a Genova, al porto, al mare, oppure inventare una nuova copertina di un disco o di un libro.
La mostra conta poi su eventi collaterali come «Firma al Vicolo» (dal 30 novembre), una galleria d’arte organizzata presso la Galleria Vicolo Due, in piazza Pollaiuoli, o come «Firma alla Corte», «Firma alla Tosse» e «Firma all’Archivolto», con esposizioni allestite nei foyer dei diversi teatri in occasione delle «prime» delle opere proposte. Nei prossimi giorni si terranno altre iniziative come sfilate di moda e serate dedicate agli spot pubblicitari.