Allo studio nuovi tagli al personale

Deutsche Telekom sarebbe pronta a nuovi licenziamenti di massa, a causa delle difficoltà di crescita e del calo degli utili nel secondo trimestre 2006. Lo ha detto l'amministratore delegato della società, Kai-Uwe Ricke, in un'intervista al settimanale Focus. Tra i primi a perdere il posto ci sarebbe proprio il numero uno di casa Telekom. Il ministero delle Finanze, che detiene il 32% delle azioni, avrebbe avviato consultazioni con altri azionisti, per decidere se Ricke sia ancora l'uomo giusto per guidare l'azienda. La scorsa settimana Ricke ha ammesso che l'azienda ha sopravvalutato le possibilità di espansione nel mercato tedesco ed ha abbassato le previsioni di crescita per il 2006 e il 2007. E questo significa nuovi tagli del personale. Entro il 2008, tuttavia, sono già previsti 32mila licenziamenti, con forti ombre anche sul 2009.