Stupri, il Comune accende le telecamere alle fermate Atm

Il Comune accende 95 nuove telecamere sulle pensiline dell’Atm e invia (da ieri sera) per tutti i weekend otto City Angels davanti a due discoteche della città, a rotazione. La Provincia risponde con sconti di 5 euro sui taxi per le donne sole o con figli minori che rientrano tardi la sera. Dopo sei stupri nell’ultimo mese, le istituzioni fanno quasi a gara nel garantire più sicurezza alle donne. E approfittano dell’8 marzo per lanciare nuovi progetti che contribuiscano ad abbassare il livello dell’emergenza. Ma la festa non spegne le polemiche: anche ieri Penati è tornato a chiedere «con forza» risorse e uomini per controllare il territorio. Cade nel vuoto invece l’invito rivolto due giorni fa a Letizia Moratti ad un corteo bipartisan sulla sicurezza: «Prima di lanciare appelli molto demagogici sarebbe importante che il presidente Penati leggesse le leggi e vedesse quanto questo governo ha fatto sul tema della sicurezza». Secco il ministro La Russa: «Grazie Penati, ma il corteo lo fai da solo». E assicura che i soldati resteranno in città anche dopo la scadenza del test ad agosto.