«Stupri, il governo ci mandi rinforzi»

Nel giorno dell’arresto degli stupratori delle due turiste francesi, il vicesindaco Riccardo De Corato invita a mantenere alta l’attenzione: «Milano ora non deve abbassare la guardia. La città non può più essere presidiata con organici delle forze dell’ordine fermi a troppi anni fa. Servono più agenti e più carabinieri, il sindaco Letizia Moratti l’ha chiesto al premier Romano Prodi, siamo in attesa di una risposta e di atti concreti». Sulla questione interviene anche il ministro Antonio Di Pietro. «L’Italia dei Valori - annuncia - proporrà in parlamento un inasprimento delle pene per gli stupratori».
Oggi, intanto, vertice in Comune per la sicurezza convocato dal sindaco. Si parlerà di un pacchetto di misure antiviolenza da presentare mercoledì al prefetto, tra cui la cancellata mobile antidegrado, che potrebbe circondare la Centrale. Quel giorno Gian Valerio Lombardi inviterà le istituzioni a riflettere sul problema immigrazione perché «non ci si può nascondere che il numero di immigrati stranieri in città è alto».