Stupri, un processo ogni tre giorni

Un processo per violenza sessuale ogni tre giorni. Ancora, più di venti denunce al mese per lo stesso reato arrivate in procura. L’emergenza sicurezza emerge anche dagli uffici statistici del tribunale. La fotografia dei primi otto mesi dell’anno ritrae un fenomeno in crescita rispetto allo stesso periodo del 2005.
Dal primo gennaio di quest’anno, fino al primo settembre, sono 193 le notizie di reato relative agli articoli 609 bis e ter del codice penale (violenza sessuale e circostanze aggravanti) che la procura ha inviato agli uffici dei giudici per le indagini preliminari. Nei primi otto mesi del 2005, invece, il totale dei procedimenti iscritti al gip si era fermato a 177, per un incremento del 9.1 per cento. Di questi procedimenti, 93 sono andati a dibattimento (ossia il vero e proprio processo) presso la quinta e la nona sezione penale del tribunale. In media, più di uno ogni tre giorni. I restanti 100 sono stati definiti dallo stesso gip, attraverso riti alternativi, o - in misura ridotta - per archiviazione. Nello stesso periodo dell’anno scorso, invece, i processi erano stati «solo» 64 (il 32 per cento in meno rispetto al 2006).
Anche la Procura invita a «evitare comportamenti a rischio».