Stupro Caffarella, fermato un romeno a Primavalle

L'uomo sarebbe coinvolto nella violenza di Primavalle subita da una 40enne il 21 gennaio scorso. Ma anche nell'episodio di sabato scorso nel parco. Convocati i fidanzati per un confronto all'americana. La polizia frena

Roma - C'è un fermo per lo stupro del Parco della Caffarella. Il romeno fermato, L.I., attualmente si trova negli uffici della squadra mobile della questura. Secondo quanto si apprende su di lui peserebbe il sospetto di essere stato lo stupratore di una donna a via Andersen, nel quartiere periferico di Primavalle. La violenza avvenne lo scorso 21 gennaio. Accertamenti sarebbero in corso anche per verificare l’eventuale coinvolgimento del romeno nello stupro di una ragazzina di quattordici anni avvenuto nel parco della Caffarella sabato scorso.

Confronto all'americana I due fidanzatini aggrediti sabato scorso si trovano ora negli uffici della squadra mobile. Secondo quanto si è appreso i due ragazzini, convocati per una ricognizione fotografica, potrebbero invece essere sottoposti a un confronto all’americana con il romeno fermato in serata a Primavalle.

La polizia frena Non trova conferma per il momento la notizia del fermo di un romeno sospettato della violenza commessa al parco della Caffarella ai danni della coppia dei fidanzatini 15enni. Gli investigatori della mobile continuano a indagare con la collaborazione di una squadra di poliziotti venuti da Bucarest.