Stupro, due romeni incastrati dal Dna

Altri due romeni, di 18 e 27 anni, sono stati arrestati per lo stupro della Caffarella, ma questa volta il loro Dna corrisponde a quello trovato sui vestiti della ragazzina violentata, sui mozziconi di sigaretta sulla scena del crimine e su un fazzolettino. Entrambi sono stati riconosciuti dalla giovane vittima e dal fidanzato: secondo gli inquirenti somigliano molto a Isztoika Loyos e Karol Racz, i due romeni prima arrestati per lo stupro e ora detenuti per altri motivi. Tra i quattro non ci sarebbe nessun legame.