Dopo lo stupro lite sulle ronde

Dopo l’episodio della ragazza stuprata nel quartiere Corticella di Bologna, Forza Italia ha chiesto l’attivazione di un servizio di pattugliamento del territorio, fatto da cittadini volontari. La richiesta è arrivata durante il consiglio comunale dal consigliere azzurro Lorenzo Tomassini che ha presentato un ordine del giorno in cui si chiede l’elaborazione di «un progetto di sorveglianza a difesa del territorio attraverso il coinvolgimento e l’incentivazione alla partecipazione dei cittadini». Secco “no” del sindaco Sergio Cofferati: «Alcune delle ipotesi prospettate sono assurde, bisogna stare lontani dall’idea che i cittadini possono farsi giustizia da sé o svolgere funzioni che non sono di loro competenza», ha detto. «Le forze dell’ordine - ha proseguito Cofferati - hanno tutti gli strumenti e le professionalità che servono per agire e controllare il territorio». La Lega, invece, arriva a offrire un premio a chi aiuterà ad acciuffare il violentatore. La proposta è arrivata dal segretario del Carroccio del Friuli Venezia Giulia, Marco Pottino, che ha espresso «affetto e solidarietà alla giovane cittadina friulana barbaramente aggredita e violentata da un giovane nordafricano clandestino mentre rincasava a Bologna». Cifra della taglia: 10mila euro.