A Sturla si corre il Miglio Marino

La gara ha origini antiche e accende la fantasia degli amanti del mare. A Sturla si disputa oggi alle 15.30 la 64esima edizione del «Miglio Marino», gara di nuoto in mare aperto sulla distanza di 1852 metri, il miglio appunto. Vi potranno partecipare i tesserati Fin con tessera agonistica o master. Nel rispetto della tradizione, il Miglio Marino di Sturla consente anche la partecipazione - fuori classifica - dei non tesserati. Il via alla gara sarà dato da un colpo di cannone; la partenza sarà unica per le diverse categorie, dalla spiaggia. A ricordare la tradizione del Miglio Marino è Giuliano Gattorno, presidente del Comitato per la difesa di Sturla: «Siamo agli inizi del 1900 e Sturla, grazie al suo meraviglioso golfo e alle sue limpide acque, è tra le prime a recepire e organizzarsi per il turismo, allora agli albori - racconta Gattorno -. Sul litorale si sviluppano i primi stabilimenti balneari, nel 1908 viene fondato lo Sturla Sport Club i cui atleti dediti alla vela e al nuoto emergono in campo nazionale e internazionale». Per questo Enrico Rossi (grande fondista) organizza una sfida sulla distanza di un miglio. «Malito Costa era il campione di allora - riprende Gattorno - in palio ci sarebbe stata la coppa che Rossi aveva conquistato a Roma. Vinse lui, Malito, sul giovane sturlese Salvatore Cabella al termine di una contesa tanto avvincente quanto seguita dal numeroso pubblico di appassionati cosicché in quel settembre 1913 nacque ufficialmente il Miglio Marino di Sturla».