Su lavatrici, lavastoviglie e frigoriferi detrazione del 20% fino al 30 settembre

Per quanto riguarda gli incentivi agli elettrodomestici, lo schema impostato è il seguente: una detrazione Irpef del 20% per acquisti fatti dall’1 gennaio al 30 settembre 2009, con un tetto massimo di 10mila euro di spesa (cioè di 2mila euro di sgravio fiscale). La condizione è che l’acquisto di nuovi apparecchi - lavatrici, lavastoviglie, frigoriferi - avvenga nel contesto di una ristrutturazione dell’abitazione, regolarmente denunciata, e come tale già suscettibile dello sgravio Irpef del 36%. Il presupposto è che chi rinnova la casa è portato contestualmente a rinnovare anche arredi e corredi interni a questa.
La notizia dell’incentivo rivolto al settore del «bianco» arriva in un momento di forte crisi per il settore. Delle ultime ore la notizia che il gruppo Indesit - il maggior produttore italiano - potrebbe chiudere lo stabilimento di None in Piemonte (lavastoviglie); la Antonio Merloni di Fabriano è attualmente sottoposta ad amministrazione straordinaria, mentre Electrolux - il primo produttore mondiale, fortemente radicato in Italia - ha appena chiuso la fabbrica di frigoriferi di Scandicci, in Toscana.
Negli ultimi mesi del 2008 l’andamento del settore è andato peggiorando. L’andamento negativo viene confermato dall’indice della produzione industriale, monitorato da Confindustria Anie, che nel periodo gennaio-ottobre 2008 è calato dell’11,5 per cento.