Su questo premio il sindaco deve dimettersi

Egregio direttore, ho letto con estrema «meraviglia» che il sindaco di Campomorone Giancarlo Campora, alla presenza del presidente della giunta regionale di sinistra Burlando, ha intenzione di conferire la «cittadinanza onoraria» a (don) Andrea Gallo. È secondo me e non solo, un atto estremamente a dir poco vergognoso come è vergognoso porre allo stesso livello (don) Andrea Gallo con don Berto Ferrari (almeno don Ferrari non è mai stato un voltagabbana, ma ha sempre mantenuto nel corso degli anni quelle idee che lo avevano caratterizzato fin dalla gioventù). Di (don) Gallo, forse, il sindaco Giancarlo Campora non sa che a Campi, prima del 25 aprile 1945 il suddetto individuo circolava liberamente per le strade in divisa della X Mas, forse non sa che il «prete ribelle» si è schierato con gli anticlericali del gruppo di Pannella per il Sì al referendum sulla procreazione assistita, solidarizza con gli immigrati clandestini, con i no-global, inneggia all’occupazione di locale pubblico da parte dei centri sociali. Per tutto ciò è meglio che il signor Campora si dimetta da sindaco, e prenda una formale e sostanziale presa di distanza dal «prete anarchico».
Alternativa sociale
Lista A. Mussolini