Su Valverde effetto Zapatero

Non ha voluto infierire, ieri. «Valv-Piti» Valverde si è limitato a controllare la situazione, su un traguardo a lui molto congeniale. Intanto al Tour lo controllano, in quanto maglia gialla. Cresce, ma non molto, l’imbarazzo. I più rigorosi, neanche a dirlo, i giornalisti tedeschi. Sono i pochi a fare domande scomode al murciano, e lui glissa. «Parlo solo di ciclismo», dice seccato. Solo due anni fa c’era chi chiedeva a gran voce l’esame del DNA a Basso e Ullrich. «Se le sacche di sangue non sono le vostre, dimostratelo: basta un bell’esamino». Dicevano i benpensanti. Oggi a Valverde chiedono al massimo l’autografo e di posare per una foto. Sarà l’effetto Zapatero?