Su YouTube ora spunta il video di Spider Truman Ma il precario smentisce

Pubblicato sul web <a href="/video/su_youtube_spunta_video_spider_truman/id=i_segreti_della_casta?" target="_blank"><strong>un video</strong></a> in cui un uomo mascherato sostiene di essere l'ex precario che sta svelando i segreti della casta. Ma sulla pagina Facebook lui smentisce: &quot;Non ho fatto alcun videomessaggio&quot;

Spider Truman continua a far parlare di sé. Quello che si definisce un ex precario licenziato dopo 15 anni di lavoro a Montecitorio, torna con un video. Una bandiera italiana, una parete bianca e dei fascicoli sul tavolo. Uno, in primo piano, ha stampato in caratteri maiuscoli "Camera dei deuputati". E poi lui, con una maschera sul viso che ne mantiene l'anonimato. Anche la voce è stata modificata. "Molti si chiedono chi c'è dietro Spider Truman", ricorda, quasi a rimarcare come sia riuscito ad attirare l'attenzione dei media con la sua operazione. "Spider è uno nessuno e centomila", risponde, identificandosi con i suoi quasi 350mila fans su Facebook che attendono che Spidertruman sveli questi segreti.

Poi sventola i fascicoli che ha sul tavolo. Alfano, Bersani, Casini, Di Pietro, Fini, Bossa. Tutti finiti nel suo mirino. Chi sarà il primo ad essere "infangato"? Con un meccanismo che ricorda i reality, saranno proprio i fans a scegliere: "Vota nei commenti il  nome del politico di cui vuoi sapere i segreti e domani ti dirò tutto".

Intanto su Facebook Spider Truman smentisce: "Io non ho fatto alcun videomessaggio, ma ho visto che qualcuno ha girato un video spacciandosi per me:bravi,chiunque voi siate!". E continua a negare le voci che ieri lo identificavano con l'esponente dell'Idv e del Popolo Viola, Gianfranco Mascia, preferendo il più suggestivo Guy Fawkes, protagonista della "Congiura delle polveri" e ispiratore del fumetto e del film V for vendetta. Oggi aggiunge: "Alcuni cialtroni che si sono autoproclamati portavoci, ora hanno anche la faccia tosta di raccontare in giro che sono o conoscono Spider Truman. io non c'entro nulla con questi politicanti viola in carriera"

Eppure non riesce a convincere la rete. Sono diversi i commenti sul suo blog e su Facebook che lo accusano di riciclare notizie già note. E sulla blogosfera, oltre all'ipotesi di un'operazione del Popolo viola, crescono i sospetti che si tratti di un modo sapiente per lanciare una nuova iniziativa editoriale. Dietro la maschera, insomma, sembra esserci qualcuno che, più che essere stato precario per 15 anni alla Camera, abbia studiato bene le tecniche di comunicazione non convenzionali e la guerriglia marketing.