La sua passione: i cavalli a dondolo

Piero Catelli era stato insignito nel 1974 del titolo di Cavaliere del lavoro. Grande appassionato di cavalli, aveva recentemente aperto un museo del cavallo giocattolo, a Grandate. Una collezione di cavalli a dondolo unica al mondo e visitata da centinaia di scolaresche. Sguardi di bimbi (ma anche di tanti adulti) incantati dinanzi a quelle vere e proprie su cui hanno sempre continuato a dondolare metaforicamente i sogni di Piero Catelli. Una passione, la sua, per queto genere di giocattolo che risaliva ai primi anni della sua vita quando il suo privi grande regalo fu proprio un cavallino a dondolo. Da allora il «cavaliere» Catelli non ha mai abbandonato quelle «galoppanti» sculture in legno o metallo che restano l’emblema più genuino dell’infanzia.