La sua reggia è in una capanna

Vive in una casa di legno alla periferia della capitale Thimpu e non a Palazzo reale. Ha sposato quattro sorelle che gli hanno dato dieci figli di cui è contemporaneamente padre e zio. Jigme Singye Wangchuck, è diventato il quarto re del Bhutan a 17 anni nel 1972, e gode da parte del popolo una stima tale da rasentare la venerazione. Certo anche lui tanto a posto non è. Per esempio la ricchezza del Paese è basata non sul Pil, ma sul Fil, la Felicità Interna Lorda, principio guida dello sviluppo. Ha rinviato le elezioni di due anni perché gli astrologi gli hanno detto che portava male, ha abrogato i semafori e il fumo persino all’aria aperta. Lui però è accanito fumatore. Sennò che re sarebbe.