«Subito il contratto dei giornalisti». Poi la retromarcia

Salerno. «Sul rinnovo del contratto dei giornalisti sarebbe bene fare tutti un passo indietro e aprire una pagina bianca, nuova». Così il presidente di Confindustria, Luca di Montezemolo, ha affrontato il nodo del rinnovo del contratto giornalistico, scaduto da oltre due anni, parlando davanti agli studenti del corso di giornalismo dell’università di Salerno. L’invito di Montezemolo è stato subito accolto da Paolo Serventi Longhi, il segretario generale Fnsi (Federazione nazionale della stampa, il sindacato dei giornalisti, ndr): «Propongo al presidente della Fieg (Federazione italiana degli editori, ndr) Boris Biancheri - di incontrarci al più presto, in qualunque sede, avendo entrambi solo fogli bianchi in mano». Dello stesso avviso anche lo stesso Biancheri: «Bisogna andare ad un tavolo, non importa se con fogli bianchi o colorati, perché il contratto va rinnovato». Solo qualche ora dopo, una volta incassato l’ok di Fnsi e Fieg, arriva la retromarcia di Montezemolo, ex presidente Fieg: «Quando intendevo un passo indietro di tutti - ha precisato - intendevo tutti voi giornalisti».