Subito l’armamento per i vigili urbani

Il sindacato autonomo dei vigili urbani Ospol torna a chiedere l’armamento del Corpo. «L’incredibile e grave episodio accaduto in piazza Venezia l’altra notte dove l’azione criminosa di un padre impazzito è stata interrotta dal pronto intervento della polizia municipale presente sul posto, richiama l’attenzione sull’annoso problema dell’armamento di cui non è ancora dotato il corpo della Polizia municipale di Roma», si legge in una nota del sindacato. L’Ospol «ha sempre denunciato che i vigili urbani della capitale sono in prima linea nel controllo del territorio e nella repressione di attività illecite e i dati parlano chiaro - prosegue la nota - Da gennaio 2008 a maggio 2008 sono state svolte le seguenti attività: 7 campi rom sgombrati; 150 minori accompagnati in case famiglie e campi rom regolari; 230 senza dimora accompagnati e assistiti in strutture di assistenza; 6 minori riconsegnati alla patria podestà; 54.000 controlli verso gli ambulanti; 22.000 verbali elevati verso gli ambulanti; 10.000 sequestri penali di merce contraffatta ; 12.000 sanzioni amministrative; 130 ambulanti denunciati; 1.100.000 accertamenti al codice della strada; 23.000 rimozioni; 1000 violazioni all’ambiente; 700 violazioni edilizie. A questo punto l’Ospol per l’armamento dei 7000 vigili chiede al sindaco Alemanno: bastoni distanziatori e pistole subito».