«Subito risposte sui parcheggi Flaminio e piazza Tarantelli»

Sono terminati ormai da due anni i lavori di realizzazione di un’area sosta per camper turistici in piazza Tarantelli, nel quartiere Torrino. Un intervento cominciato nel 2004 e che era stato progettato e finanziato per oltre centomila euro dall’Ufficio Turismo del Comune: eppure l’area è transennata e inutilizzata e versa ormai in uno stato di abbandono e degrado. «Si tratta dell’ennesimo spreco della giunta Veltroni - denunciano in una nota i consiglieri comunale di An Luca Gramazio e Marco Visconti e il consigliere in XII municipio, Marco Cacciotti -. Da tempo denunciamo l’inutilità di questo progetto: nella zona ci sarebbe infatti bisogno di parcheggi pubblici per le auto, considerando come a pochi metri ci siano la fermata Tor di Valle della ferrovia Roma-Lido e un mercato saltuario. Secondo gli esponenti di An «la situazione è paradossale: da una parte il Comune spende ingenti fondi pubblici per realizzare un progetto inutile e che nessuno ha mai chiesto, dall’altra si lascia l’opera a metà non consentendo ai cittadini di utilizzarla. C’è da chiedersi con quale criterio questa amministrazione impieghi le risorse dei cittadini. Sulla questione abbiamo formulato interrogazioni urgenti al sindaco e al presidente del Municipio affinché si possa fare chiarezza su questo spreco di risorse pubbliche, e per sollecitare la restituzione dell’area ai residenti».
Altra questione controversa è quella del parcheggio a pagamento di piazzale Ankara, antistante allo stadio Flaminio, ormai trasformato in un vero vespasiano a cielo aperto e diventato terra di nessuno. «Da molti mesi - denunciano ancora Gramazio e il suo collega in Campidoglio Federico Guidi - l’area è stata occupata dalle roulotte di decine di famiglie rom, provenienti proprio da quei campi sgomberati qualche tempo fa dal sindaco. Tutto questo sotto gli occhi dei parcheggiatori autorizzati dal Comune per il controllo della sosta». «La cosa ancor più grave - continuano Guidi e Gramazio - è che le macchine parcheggiate sprovviste del ticket vengono multate o bloccate con le ganasce dai vigili urbani, mentre le decine di roulotte che stanziano nel parcheggio abusivamente, scaricando sull’asfalto sostanze di ogni genere, vengono invece completamente snobbate. Chiediamo all’amministrazione municipale e comunale di bonificare subito l’intera area, per tamponare il rischio che un parcheggio di tali dimensioni si trasformi in zona franca, come è già accaduto a Saxa Rubra».