Subito tre milioni di euro dalla Fondazione Carige

La Fondazione Carige si mobilita a favore delle popolazioni e delle attività economiche colpite dall’alluvione: nel corso di una riunione straordinaria del consiglio di amministrazione, convocata d’urgenza e presieduta da Flavio Repetto, è stato approvato all’unanimità - spiega il vicepresidente della Fondazione, Pierluigi Vinai - uno stanziamento di 3 milioni di euro, al fine di «aiutare direttamente, con sostegni concreti e immediati, famiglie, artigiani, piccoli commercianti, associazioni e enti locali che si trovano in gravi difficoltà a causa delle inondazioni». Per i suoi interventi - aggiunge Vinai - la Fondazione «si avvarrà dei team già operativi costituiti nell’ambito dei propri Programmi Famiglia-Camminiamo insieme, Giovani e Anziani-Età libera, che coinvolgeranno responsabili delle amministrazioni pubbliche e degli enti ecclesiastici». La Fondazione, infine, «conta di poter effettuare le prime erogazioni già nei prossimi giorni».
Intanto la giunta della Camera di Commercio, dopo aver affrontato in una lunga riunione il tema dei danni subiti dalle aziende genovesi a seguito degli eventi alluvionali, ha deliberato all'unanimità uno stanziamento che consentirà alle imprese danneggiate di accedere a finanziamenti agevolati della durata di 6 anni, per il primo dei quali le aziende non dovranno pagare né quote capitale né interessi. L'intervento della Camera, infatti, serve per coprire 12 mesi di interessi. L'importo massimo di finanziamento per ciascuna impresa sarà di 100mila euro e il valore complessivo di tutti i finanziamenti che potranno essere attivati sarà di 35 milioni di euro. Le modalità verranno definite con una convenzione in corso di elaborazione.