Subito Zoff poi Del Piero

Torino. Gran consiglio della famiglia Agnelli sul caso Juventus. I rappresentanti dei dieci clan genealogici eredi del fondatore della Fiat si sono radunati ieri. Non è trapelata alcuna decisione, ma da fonti vicine alla famiglia si è saputo che la candidatura (graditissima) di Boniperti a salvatore della patria juventina sarebbe saltata, vista l’età non più giovanissima del personaggio, per un ruolo in cui invece, in questo momento, la dinamicità sarebbe fondamentale. Ecco allora che è spuntato il nome di Dino Zoff («Onoratissimo» ha fatto sapere da Roma l’ex portiere saracinesca), in attesa di traghettare maggiori responsabilità sulle spalle di Del Piero il giorno in cui «Pinturicchio» - e il soprannome appioppatogli dall’Avvocato sembra particolarmente significativo - chiuda con il calcio giocato per sedere dietro una scrivania. Gli Agnelli attendono, naturalmente, di sapere quale destinazione avrà la squadra nel prossimo campionato. Serie A? Una categoria inferiore? In ogni caso si spera e si pensa che Capello voglia conservare la responsabilità tecnica della squadra.