SUCCEDE A SAVONA

Per eseguire un atto ufficiale richiesto loro dai magistrati, gli agenti della polizia giudiziaria di Savona sono andati ad eseguirlo non con l’auto di servizio, ma in autobus. Le auto di cui l’ufficio della Procura di Savona è dotato non ci sono più, così sono costretti loro malgrado a operare in autobus, indagini comprese. Un caso limite che esprime bene lo stato di difficoltà in cui versano, quanto a dotazioni, molti uffici di polizia. Quello che fa capo al Procuratore Francantonio Granero è in queste condizioni. Ha a disposizione due auto, una Fiat Punto e un’ Alfetta. Una è stata rottamata. L’altra era impegnata in un altro servizio. Così gli agenti sono dovuti andarci in autobus: da Savona a Celle Ligure per notificare il provvedimento del pm.