Dal successo del «52’ open» nasce il «54’ fly» firmato da De Simoni

La mano inconfondibile di Fulvio De Simoni e del suo team Italprojet è inconfondibile: spazi, dettagli di pregio, soluzioni classiche, ma anche tanta innovazione. E così, dopo il successo del «52 Open», nasce «Austin Parker 54 fly». Le linee generali del nuovo fly riprendono le peculiarità del lobster: una barca da vivere nel massimo comfort con accessori e finiture di pregio. Il layout prevede tre cabine, 2 bagni, cabina marinaio, ampio salone, cucina separata, hangar per il tender. Come per gli altri modelli, lo specchio di poppa è ad apertura idraulica.
Eccellenti le prestazioni con una velocità massima di 34 nodi (30 di crociera) e consumi contenuti, grazie alla combinazione fra 2 motori Man da 900 hp e le perfette linee dello scafo. Lunga 16,50 metri e larga 5,10, «Austin Parker 54 fly» ha un dislocamento di 26 tonnellate. La stretta collaborazione fra l’ufficio tecnico del cantiere e Fulvio De Simoni è uno dei punti di forza della nuova linea che tanto interesse sta riscuotendo attraverso la presenza a tutti i saloni nazionali e internazionali.
Presente sul mercato con una gamma di quattro modelli, il marchio Austin Parker si conferma tra i maggiori trend ascendenti del panorama nautico italiano.
Le linee generali, come abbiamo detto, ricalcano il concetto del lobster rivisto in chiave moderna da uno dei più affermati designer italiani, l’architetto De Simoni che ha progettato linee, spazi e dettagli fondendo caratteristiche classiche e soluzioni innovative.
Le cabine sono eleganti e rifinite in pelle e legno, quella armatoriale con il letto in posizione laterale, è servita da bagno esclusivo con doccia.
Grande attenzione anche alla sala macchine.