Il successo con la riflessione sulla fede

Vittorio Messori è nato a Sassuolo, in provincia di Modena, nel 1941. Nel 1964, dopo quella che egli definì una «evidenza del cuore», seguita alla lettura dei Vangeli, Messori si convertì al cattolicesimo. Iniziò, da allora, una ricerca delle «ragioni della ragione» a conforto delle «ragioni del cuore» che lo avevano spinto ad abbracciare la fede. Decise così di frequentare i corsi dell'Istituto di Cristologia per laici della Pro Civitate Christiana ad Assisi. Nel 1968 tornò a Torino dove iniziò l'attività professionale presso la Società Editrice Internazionale. Nel 1970 entrò a Stampa Sera, come redattore della cronaca cittadina. Nel ’76 Messori consegna alla Sei il manoscritto della sua opera prima, Ipotesi su Gesù, frutto della sua inchiesta sulle origini del cristianesimo, continuata per 12 anni, che ha venduto oltre un milione e mezzo di copie in Italia. Il suo ultimo libro è Perché credo, intervista con .