Succo di mela e benzinaper avvelenare il convivente

Ha preparato un mix mortale fatto di succo di mela verde e benzina e ha cercato di avvelenare il convivente. Colta in flagranza, è stata arrestata per tentato omicidio

Aveva preparato un mix esplosivo e mortale: succo di mela verda allungato con benzina. Il tutto per uccidere l'anziano convivente di 75 anni, già ricoverato in ospedale per un'intossicazione da farmaci, con il quale viveva da cinque mesi.  Stando ai primi accertamenti, l'intossicazione dell'uomo era stata provocata sempre dalla stessa donna, alla quale non avendo ottenuto lo scopo prefissato, ha deciso di riprovarci. Per fortuna però è stata scoperta e fermata dai carabinieri. E' successo a Locri. Protagonista della vicenda A.I., di 45 anni, già conosciuta alle forze dell'ordine.

Nella tarda mattinata di ieri la donna era andata all’ospedale civile di Locri per assistere l’uomo e prima di entrare nella stanza dove era ricoverato il convivente, la donna è passata dal bar dell’ospedale. Lì, ha acquistato un succo di frutta alla mela verde e lo ha versato all’interno della bottiglia contenete benzina verde. Preparata la miscela si è diretta verso il reparto di geriatria e ha cercato di rifilarla all’uomo.

Quest’ultimo, nonostante versasse già in gravi condizioni, è riuscito a richiamare l’attenzione degli infermieri, che hanno sorpreso la donna in flagrante mentre stava avvelenando il suo compagno. Ormai scoperta, dopo aver recuperato la borsa, ha cercato di allontanarsi dal reparto ma è stata fermata da un carabiniere che si trovava nella stanza accanto per assistere un proprio parente. Nel corso della perquisizione è stata trovata, all’interno della sua borsa, una pistola giocattolo a tamburo calibro 38 con cinque colpi a salve.