Sudan, libero l'italiano arrestato per debiti

E' stato liberato Piero Albino Previdi, in custodia da due mesi in una prigione di Juba, capitale del sud Sudan, per degli assegni a vuoto emessi dalla società per cui era consulente. Sta rientrando in Italia con Margherita Boniver<br />

Washington - Piero Albino Previdi, in custodia da due mesi in una prigione di Juba, capitale del sud Sudan, per degli assegni a vuoto emessi dalla società per cui era consulente, è stato liberato e sta rientrando in Italia con Margherita Boniver, inviato speciale del ministro per le emergenze umanitarie. Lo ha annunciato il Ministro degli esteri Franco Frattini da Washington.

Il ringraziamento di Frattini Il ministro degli Esteri ha espresso oggi da Washington un ringraziamento alle autorità locali del Sudan per avere consegnato il detenuto italiano Piero Albino Previdi alla sua inviata speciale Margherita Boniver. Frattini si è mantenuto in contatto costante con la Boniver anche da Washington per seguire l’ evoluzione della vicenda. Il ministro degli Esteri, ricevuta dalla Boniver la buona notizia della liberazione, si è complimentato con l’inviato speciale per il successo della sua missione.