Suez in frenata a Parigi

Il rialzo dei prezzi energetici continua a condizionare la Borsa di New York, dove a un’ora dalla chiusura il Dow Jones era in rialzo dello 0,12% e il Nasdaq cedeva lo 0,41%. In evidenza Altria (più 4%) dopo una sentenza della Corte suprema favorevole all’industria del tabacco. In calo Google (meno 2%), che ha annunciato il collocamento di 14,2 milioni di titoli. A Francoforte Man balza in vetta al listino (più 2,21%). In evidenza anche Commerzbank (più 2,05%) e Infineon (più 1,54%) su cui proseguono le voci di uno spin-off della divisione memory chip. In fondo al listino ThyssenKrupp (meno 1,4%). A Parigi strappo al rialzo per Danone (più 3,32%). Male Suez (meno 1,51%) condizionata dal downgrade di WestLB. A Londra brilla Shire Pharmaceuticals (più 6,73%) galvanizzata da voci di un accordo con i laboratori di medicina Barr. Ben impostata anche Royal Bank of Scotland (più 1,68%) nel giorno del suo ingresso sul mercato cinese.