Sufiah, fenomeno a Oxford e poi prostituta su internet

Si presentava come una «studentessa sexy e intelligente». Nessuno immaginava che, dietro quell’annuncio on line, ci fosse un’ex bimba prodigio: Sufiah Yusof, ammessa a Oxford a soli 13 anni per la sua abilità in matematica e, all’epoca, musulmana osservante. Dieci anni dopo la sua vita era un disastro: Sufiah non si è mai laureata, è fuggita da Oxford («troppa pressione dai genitori»), il padre è finito in manette per abusi sessuali, lei si è sposata e ha divorziato, fino a offrire il suo corpo, per 130 sterline l’ora.