«Sugar Tree», il mondo gustato in una pasticceria

«Il fine della vita, se ve ne è uno, è quello di andare sempre alla ricerca di tentazioni», diceva Oscar Wilde. Nella nostra città le tentazioni non mancano certo. Celebri quelle di Jenny Sugar della pasticceria internazionale «Sugar Tree», in via Bellotti 11, che trae ispirazione per i suoi dolci «soprattutto dal cuore». Tra i più gettonati gli aspic con frutta di stagione e il Quesillo al cocco. «È un dolce venezuelano con latte, uova, zucchero e cocco - spiega Jenny -. A dispetto del nome, il formaggio non c’entra, ma forse lo ricorda per i piccoli fori sulla superficie dovuti alla cottura in forno». A dir poco invitante la crosticina che aspetta solo di essere scalfita da un cucchiaio.