Sui danni da vaccino serve il confronto con gli esperti oltre che con le vittime

Vorrei portare all'attenzione dell'opinione pubblica un fatto gravissimo che sta accadendo in questi giorni. Il Ministro della Sanità Livia Turco, si sta preparando a varare una legge per i danneggiati da vaccinazioni. Sino a qui tutto bene; la Medicina ufficiale, e non parlo solo di quella italiana, ma di quella mondiale, «in primis» di quella statunitense, ha da sempre riconosciuto che alcuni vaccini possono avere effetti collaterali che possono indurre gravissimi danni. Il problema è stato affrontato «all'americana» cioè con casistiche basate su migliaia di dati che sono stati importantissimi nel quantificare il «danno» e l'incidenza nel rapporto beneficio/danno e tutto ciò allo scopo di rendere sempre più sicuri ed affidabili i vaccini. Ebbene, gli esperti in grado di produrre tale documentazione (Società scientifiche, docenti universitari etc) non sono stati considerati degni di sedere al tavolo della discussione dal ministro, mentre sono state invitate associazioni (Coordinamento Nazionale danneggiati da Vaccino) che non presentano nelle loro fila alcun esperto nel settore. Tutto ciò non mi pare degno di un paese che si definisce civile ! Si arriva al paradosso che vengono indagati medici che hanno praticato vaccinazioni obbligatorie, solo perché, in seguito, si è sviluppata una situazione patologica nel bambino, senza premurarsi in alcun modo di indagare su nesso di causa e/o responsabilità del medico. Mi chiedo cosa accadrà se dovremo essere giudicati solo da persone che non hanno alcuna valenza scientifica. Ribadisco fermamente che il danneggiato da vaccino deve essere protetto e tutelato da un'adeguata legislatura… ma che vada valutato con la dovuta attenzione ogni singolo caso. Purtroppo ciò non accade e nel calderone vengono messi disturbi psichici (autismo), patologie allergiche o sclerosi multipla. Quest'anno è morto un bimbo di tre anni di tetano, mai sottoposto a vaccinazione ! Senza contare i morti per meningite nonostante sia fortemente raccomandata dal Ministero della Sanità la vaccinazione antipneumococcica ed antimeningococcica! ! Chiediamo solo il confronto !!! Non mi pare una richiesta eccessiva!! dottor Nello Caccavale