Sui ministeri al Nord Bossi lancia la sfida: "Convinceremo il Cav"

Il leader del Carroccio punta sul decentramento dei dicasteri: "Funziona così in tutta Europa, in Francia e Gran Bretagna. Perché non deve funzionare così anche da noi?". E poi fa una pernacchia ai referendum

La Lega insiste sulla proposta di spostare dei ministeri al Nord e Berlusconi "si convincerà". Lo ha detto Umberto Bossi sottolineando che la stessa cosa avviene "in tutta Europa, in Francia, Gran Bretagna. Perché non ci devono essere qui". Per il leader della Lega e ministro delle Riforme "non c’è nessuno scontro" tra Pdl e Lega su questo. Il sindaco di Roma Alemanno è contrario? "Te credo", risponde Bossi.

Prima una pernacchia. Poi l’ammissione che "alcuni quesiti" del referendum di metà giugno "sono attraenti", ad esempio quello sull’acqua. Umberto Bossi, ai giornalisti che gli chiedono qual è la posizione della Lega sui referendum, risponde prima facendo una pernacchia. Poi aggiunge: "Alcuni quesiti sono attraenti", ad esempio "quello sull’acqua". E rivela: "avevamo detto a Berlusconi di fare una legge sull’acqua e noi l’avremmo appoggiato. Poi - conclude - si è messo di mezzo Fitto" e la legge sull’acqua "alla fine nessuno l’ha fatta".