Sui risultati pesa l’acquisizione di Meliorbanca

Il gruppo Banca Popolare dell’Emilia Romagna (Bper) ha archiviato il primo trimestre dell’anno con un risultato in calo, soprattutto a causa di rettifiche per 104,5 milioni, di cui 21,8 riferibili a Meliorbanca. L’utile netto è risultato pari a 56,4 milioni di euro, in calo del 41,95% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Da segnalare il margine di intermediazione, in aumento dell’8,4% con un risultato della finanza superiore di 555 milioni rispetto all’anno scorso. «Pur in un contesto congiunturale caratterizzato da condizioni economiche estremamente difficili - si legge in un comunicato- il gruppo Bper mantiene importanti risultati in termini di volumi intermediati e di redditività complessiva».