Sui tabelloni si legge «Buon Viaggio» Ma la metro è rotta

Per un guasto alla linea, la metropolitana si ferma a Principe. I display appena installati, che inaugurano «Buon Viaggio» a tutti i passeggeri, devono essere sembrati leggermente antipatici ai passeggeri che, seppur abituati ai soventi guasti della metropolitana, nella mattinata di ieri hanno aspettato, invano, il convoglio. Un guasto alla linea ha, infatti, limitato le corse della metropolitana a sole tre fermate: Brin, Dinegro e Principe. Chi aspettava la metropolitana nelle altre stazioni, dalla Darsena a piazza De Ferrari, ha dovuto tendere molto bene l'orecchio agli altoparlanti per carpire qualche informazione. «Il guasto - spiega gentilmente un operatore del numero verde di Amt - è avvenuto tra le 8 e le 8.50 quando, appunto, si è provveduto alla limitazione delle corse per consentire i lavori di manutenzione e di ripristino della linea». Nelle stazioni, intanto, il mugugno dei passeggeri riempie l'aria.
«L'ennesimo guasto - dice Paolo, che è bloccato alla stazione della Darsena - andrò a prendere l'autobus. Non posso fare altrimenti, se voglio timbrare in orario».
I pendolari sono infuriati. «Stamattina (ieri ndr) le stazioni della metropolitana erano regolarmente aperte. La musica diffusa dagli altoparlanti era interrotta da messaggi difficilmente comprensibili - racconta un altro pendolare, Luciano Gandini. Sembra dicano che la linea è fuori servizio, ma non c’è nessuno che lo confermi alle persone già spazientite». «E poi - continua mostrandoci la foto che pubblichiamo in quest pagina - i nuovissimi monitor a colori non indicano nulla. Solo “Buon viaggio“». Amt fa sapere che il problema è durato una quarantina di minuti, ed era dovuto a un problema per uno scambio a San Giorgio. Certo, ma anche una quarantina di minuti per chi deve andare a lavorare è tempo prezioso. Tanto più che altri segnalano che anche sabato scorso alla sera i convogli diretti a Certosa si fermavano a Principe. «Così abbiamo dovuto proseguire un autobus».