Sui tagli ai ricoveri scoppia la bufera

Tagli ai ricoveri ospedalieri: è già bufera. Per i sindacalisti della Fials-Confsal, le misure imposte da Marrazzo&Co vanno addirittura contro la deontologia professionale dei medici. «Nessun dottore - dicono, infatti - può essere “calmierato” nel momento di disporre o meno il ricovero di un paziente. Tanto più è illegittimo proporre un giudizio di appropriatezza a posteriori inducendo nel medico un certo timorre a prescrivere una degenza». Non solo. Secondo il sindacato il provvedimento che la Regione vuole a tutti i costi varare nel goffo tentativo di far quadrare i conti della Sanità, non apporterà neanche i benefici economici auspicati: «Siamo sicuri - si chiedono - che 90 giorni in una struttura ambulatoriale costeranno meno alle casse dei contribuenti di 30 in ospedale?». Sotto accusa anche l’introduzione del day-service. «Negli Usa - conclude il sindacato - è un servizio socio-sanitario riservato agli homeless».