Sui tre Big dell’auto cala la scure di S&P

Gm, Ford e Chrysler

Standard & Poor’s ha tagliato il rating dei tre colossi dell’auto Usa, General Motors, Ford e Chrysler da B a B-. La decisione, spiega l’agenzia, è dovuta al peggioramento del mercato automobilistico, al rallentamento dell’economia Usa e all’impatto legato ai rincari dei carburanti. L’agenzia ha però rimosso Gm e Ford dal creditwatch con implicazioni negative. La decisione di tagliare il rating su Gm, Ford e Chrysler è basata - spiega S&P - sui timori di un ulteriore deterioramento del mercato che avrebbe ripercussioni negative sul cash flow delle tre case, collocate dall’agenzia a B-, cioè sei gradini al di sotto del grado di investimento.