Suicida a 17 anni per aver graffiato l’auto del padre

Un banalissimo incidente con l’automobile del padre che aveva preso di nascosto, perché ancora senza la patente di guida, sarebbe all'origine del suicidio di un ragazzo di 17 anni che ieri si è sparato con la pistola d'ordinanza del padre. È accaduto a Nicosia (in provincia di Enna). La drammatica scoperta è stata fatta proprio dai genitori quando hanno fatto rientro a casa nella notte tra sabato e domenica. Il ragazzo ha lasciato un biglietto nel quale avrebbe spiegato il motivo del suo gesto e chiesto scusa alla mamma, al papà e al fratellino minore. Sabato, dopo che i genitori erano usciti, avrebbe preso la golf del padre per fare un giro ma avrebbe «strisciato» leggermente una fiancata dell'auto contro un muro, provocando un danno da poche centinaia di euro. Tornato a casa ha preso la pistola del padre, un agente della polizia penitenziaria, e si è sparato in bocca.