«Sul caso Battisti i calciatori brasiliani scendano in campo»

Ormai il caso Battisti è diventato una questione di puntiglio. Dopo l’appello di ieri a boicottare i prodotti brasiliani per protesta contro la mancata estradizione dell’ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo, condannato per aver partecipato a quattro omicidi, il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato torna all’attacco. Stavolta l’appello è rivolto ai calciatori di Inter e Milan a prendere le distanze dalla decisione del Guardasigilli del loro Paese d’origine. «Sarebbe un segnale importante» ha detto De Corato che ha spiegato di non volere mescolare politica e sport, ma semplicemente fare leva su personaggi molto noti e spesso amati dal grande pubblico. De Corato che sta facendo del boicottaggio una battaglia quasi personale è arrivato perfino a invitare un po’ tutti a escludere dai propri eventuali programmi di viaggio il Brasile come meta futura.