«Sul federalismo ho trattato con la sinistra»

Pontida (Bg). «Con la sinistra abbiamo trattato per il federalismo, vediamo se mantengono la parola». Lo ha detto il ministro Umberto Bossi parlando ieri sera a Pontida alla festa della Lega. Bossi, che si è augurato che venga approvato il federalismo fiscale, rivolto al popolo leghista ha affermato: «Non spendete tutti i soldi, perché se non approvano il federalismo dovete venire a Roma in massa per far sentire la vostra voce. Se non c’è il federalismo, c’è la lotta di liberazione». Il ministro per le riforme ha quindi spiegato che è importante che le Regioni abbiano i soldi per la scuola e per la polizia locale: «In certe Regioni abbiamo una classe dirigente da vergogna, che fa accapponare la pelle, perché butta via i soldi». Bossi ha infine spiegato che il federalismo fiscale «è solo un passaggio» perché l’obiettivo «è la libertà del nord: il dito medio ce lo abbiamo ancora. Non sarà una accusa che riuscirà a fermare la nostra lotta per la libertà. Abbiamo fatto un errore madornale a seguire Garibaldi e i Savoia, ora dobbiamo rimediare. E io non me ne andrò dalla politica finché il nord non sarà libero: all’inizio erano tutti contro di noi della Lega e noi abbiamo iniziato la nostra lotta di liberazione. Alla fine vinceremo».