Sul grattacielo degli abusivi pioggia di sequestri in arrivo

Prima le severe ordinanze comunali contro i call center, ora le indagini serrate delle forze dell’ordine sui contratti di affitto. In quel quadrilatero di vie, nel centro di Vicenza, circondato da palazzi abitati da migliaia di immigrati, i clandestini godono della protezione e dell’appoggio dei connazionali regolari. Viale Milano, via Torino, via Genova, via Firenze, è qui che negli ultimi anni polizia e carabinieri hanno applicato con maggiore frequenza la Bossi-Fini. C’è poi una specie di grattacielo, ribattezzato Everest, una volta considerato l’avanguardia architettonica della città del Palladio, ormai abitato quasi esclusivamente da extracomunitari di tutte le nazionalità. Il sospetto è che molti di loro subaffittino l’appartamento a connazionali clandestini: in questo suk di burocrazia, tra disperazione e illegalità, nei prossimi giorni potrebbe calare la mannaia della nuova legge, con sequestri a pioggia.