Sul palco scherza sul Papa e l’eterologa

È il primo spettacolo di Fiorello sotto il nuovo Papa. «Papa Ratzinger mi ricorda Paolo Panelli - ha detto lo showman - sempre spettinato; e l'altro giorno con Ciampi sembrava uno dei Blues Brothers. Pare che alla prima fumata nera il 30% abbia votato per lui, il 40% invece era per Montezemolo». Ironizzando sui papa-boys di Wojtyla, Fiorello spiega che il papa tedesco ha provveduto a un corteo di «Ratzinger-girl»; poi tira fuori il camerlengo, una di quelle parole che si imparano solo quando succedono delle cose: «Il camerlengo per esempio è uno che lavora ogni morte di Papa». Fiorello ironizza sulle parole, sconosciute finché non diventano d'attualità: «L'opa? Per me prima era un pesce, avrei detto pesco ope. Invece con l'offerta pubblica di acquisto si può comprare quello che si vuole, un pezzo di Corriere della Sera, un pezzo di Tv...». E, facendo un cenno al referendum, chiude: «Oggi se trovi tuo marito a letto con un'altra, quello ti risponde: stavo sperimentando la fecondazione eterologa».